Dal 2015 le FFS introdurranno nuovi treni confortevoli e affidabili sul San Gottardo.

Per migliorare in modo permanente la qualità del traffico Nord-Sud, le FFS hanno ordinato da Alstom otto nuovi e confortevoli treni ad assetto variabile del tipo ETR 610. Le FFS possiedono già oggi sette convogli di questo tipo, attualmente utilizzati con successo sulla tratta Basilea / Ginevra – Sempione – Milano. Le FFS hanno vagliato numerose opzioni per il traffico sull’asse del San Gottardo, una volta che gli ETR 470 saranno dismessi. Hanno infine scelto gli ETR 610, dal momento che sono quelli che garantiscono maggiore comodità per la propria clientela. Questi sono inoltre disponibili a corto termine, affidabili e già omologati per il traffico internazionale. Dal 2015 questi nuovi treni sostituiranno i pendolini di prima generazione, gli ETR 470, che saranno dismessi alla fine 2014.

Nonostante enormi sforzi ed investimenti, fino ad oggi le FFS non hanno potuto offrire alla propria clientela la qualità desiderata per il traffico Nord-Sud. In particolare in vista dell’esposizione universale di Milano nel 2015 e dell’apertura della galleria di base del San Gottardo a fine 2016, le FFS vogliono migliorarla in modo permanente e offrire alla propria clientela treni confortevoli, come pure collegamenti stabili e puntuali. Ad aprile 2012, per il traffico Nord-Sud le FFS hanno messo a concorso l’acquisto di 29 nuovi elettrotreni per un valore di 800 milioni di franchi, questi entreranno in circolazione dal 2018. In aggiunta a ciò, le FFS investiranno altri 250 milioni di franchi circa, hanno infatti ordinato da Alstom otto treni ad assetto variabile del tipo ETR 610. I nuovi treni entreranno in servizio dal 2015 sull’asse del San Gottardo.

Benvoluti dalla clientela, disponibili in breve tempo e affidabili  

I nuovi treni entreranno in servizio dal 2015 sull’asse del San Gottardo e saranno identici agli attuali ETR 610. Con questa ordinazione la flotta degli ETR 610 passerà quindi da sette a 15 convogli, per un totale di 6400 posti a sedere. Anche i nuovi treni saranno omologati per circolare in Svizzera, Italia e Germania, mentre la manutenzione sarà effettuata, come oggi, a Ginevra. I nuovi ETR 610 potranno essere utilizzati anche per il traffico nazionale.

Le FFS non stanno solo definendo un’efficiente flotta, ma anche la futura offerta oraria. Al momento, per garantire in futuro un’offerta stabile ed affidabile per la clientela, sono in corso diversi colloqui con l’Ufficio federale dei trasporti (UFT), i Cantoni interessati, i partner italiani e la Regione Lombardia. Le FFS hanno concluso degli accordi con Trenitalia, per sviluppare ulteriormente l’asse del San Gottardo e per rendere efficiente l’infrastruttura.

Verso il Ticino collegamenti ancora in doppi

Ulteriori contenuti