Risultati primo semestre: Clienti sicuri e puntuali – Risultati sotto pressione.

Anche nel primo semestre del 2012 le FFS hanno portato a destinazione in sicurezza e puntualmente la propria clientela. Il 98,3% delle coincidenze (+0,5% rispetto al primo semestre 2011) sono state rispettate, un dato record. Mentre la puntualità del cliente si è attestata a 89,1%, di poco inferiore all’ottimo risultato del 2011 (91,6%) – un valore tuttavia fortemente influenzato sia dalla chiusura della linea del Gottardo, sia dalle basse temperature invernali. E’ da parte sua rimasto pressoché stabile il numero di passeggeri che ogni giorno hanno viaggiato con le FFS, 964’000 persone (-0,2%), mentre nel traffico merci le prestazioni di trasporto sono scese del -7,8%, a 5873 milioni di tonnellate-chilometro nette. Il risultato consolidato si è attestato a 139,5 milioni di franchi, 27,0 milioni di franchi di meno rispetto a quanto registrato un anno prima. Un risultato influenzato non solo dall’aumento dei costi delle tracce e dell’energia, ma anche, per la divisione FFS Cargo, dall‘attuale situazione economica e, per la divisione Viaggiatori, dal freno della domanda e delle entrate dal turismo e dal tempo libero. Il numero di abbonamenti generali e metà-prezzo è invece cresciuto. Nella prima parte del 2012 le FFS hanno inoltre iniziato diversi importanti progetti strategici: nel traffico merci è stata ridefinita la rete del traffico a carri completi, sono stati intrappresi i primi passi per una stretta collaborazione con i trasportatori per incentivare il traffico intermodale, è stata implementata la strategia energetica e sono stati ordinati i nuovi treni per il traffico nord-sud sulla linea del Gottardo.

Anche nella prima parte del 2012 le FFS hanno mantenuto su alti livelli le proprie prestazioni per la clientela. Nonostante le basse temperature dei mesi invernali e la chiusura della linea del Gottardo, l’89,1% dei viaggiatori è giunto a destinazione con meno di tre minuti di ritardo, un dato di poco inferiore all’ottimo risultato registrato un anno prima. Mentre è stato raggiunto un valore record per quanto riguarda il rispetto delle coincidenze: garantite nel 98,3% dei casi (+0,5%).

Risultato consolidato minore per il calo nelle divisioni legate al traffico.

Il Free Cash Flow dopo il finanziamento dei poteri pubblici si è attestato a 357,6 milioni di franchi (+326,8 milioni), un dato influenzato dalla consegna ritardata del materiale rotabile e dal posticipo di alcuni progetti di FFS Immobili. L’indebitamento netto soggetto ad interessi è sceso a 7,4 miliardi di franchi (-164,5 milioni di franchi), si trata tuttavia sempre di un dato elevato.

Leggera diminuzione delle prestazioni nel traffico

Nel traffico merci la prestazione di trasporto è scesa a 5873 milioni di tonnellate-chilometro nette (-7,8%), a causa della crisi economica in Europa e della chiusura del Gottardo. Dopo intense trattative con i clienti, sono state ridefiniti i punti per il traffico intermodale. Nonostante il ridimensionamento, si è potuto coprire il 98% del trasporto merci. Parallelamente, FFS Cargo ha ampliato l’offerta nel traffico combinato in stretta collaborazione con i trasportatori. Il progetto pilota con due collegamenti giornalieri tra Dietikon–Renens VD ha confermato il potenziale della costruzione di una rete svizzera per il trasporto combinato strada / ferrovia. Per quanto riguarda il numero di tracce vendute queste si sono attestate a 81,9 milioni (+0,1%). Una cifra che conferma come la rete FFS sia oggi utilizzata come mai in precedenza.

Nel primo semestre del 2012 si è raggiunto lo stesso livello di sicurezza come un anno prima, ma si devono comunque registrare due incidenti mortali, mentre al Gottardo hanno perso la vita due operai di aziende terze che stavano lavorando al risanamento di un pendio. Anche in futuro le FFS continueranno a lavorare alacremente per limitare al minimo questi tragici eventi. Sono state inoltre adottate nuove misure di intervento per contrastare le crescenti aggressioni contro il personale treno, sono stati quindi rafforzati sia la polizia dei trasporti, sia il servizio di sicurezza.

Maggiori costi delle tracce coperti solo parzialmente dall’aumento dei prezzi

Nella prima parte del 2012 posate importanti basi

Nel traffico merci, il traffico a carri completi si concentrerà sulle prestazioni redditizie, mentre si dovrà sviluppare il potenziale di crescita nel traffico combinato. In questa ottica si inserisce la realizzazione dei due terminal di Limmattal e di Basilea Nord.

Anche nel settore energetico le FFS hanno fatto un importante passo avanti. E‘ stata infatti delineata la nuova strategia energetica, focalizzata sul risparmio. Ad oggi, è stato possibile risparmiare 154,5 GWh l’anno grazie a misure di efficienza energetica. Entro il 2025, le FFS vogliono diminuire di 600 GWh il previsto consumo di energia, così da compensare l’attuale parte di energia utilizzata dalla ferrovia proveniente dal nucleare.

L’ultimo rapporto sullo stato di salute della rete ferroviaria ha mostrato come questa sia in buone condizioni. Ha tuttavia evidenziato come in dodici stazioni si dovranno adattare al crescente numero di passeggeri i marciapiedi e i passaggi. Per questo si dovranno calcolare costi supplementari di 200 milioni di franchi nel breve periodo e tra i 2 e i 3,5 miliardi di franchi nel lungo periodo.

Nella divisione Immobili, nella prima parte del 2012 i lavori si sono concentrati sull’attuale maggiore area di sviluppo: l‘Europaallee di Zurigo. A fine settembre, una grande festa consegnerà alla popolazione il passaggio dell’Europaallee.

Sostenuto il fondo per l’infrastruttura ferroviaria della Confederazione

Gruppo FFS: risultati semestrali dal 1° gennaio al 30 giugno 2012.

(Valori monetari in mio di CHF)

Conto economico dell'azienda.

  1° semestre
2012

1° semestre
2011

Differenza
(assoluta)

Differenza in
percentuale

Ricavo d'esercizio

3 965,6

3 914,5

51,1

1,3%

Spese d’esercizio

-3 779,9

-3 693,1

-86,8

2,4%

Risultato d’esercizio

185,7

221,4

-35,7

-16,1%

Risultato finanziario

-78,5

-93,1

14,6

-15,7%

Risultato consolidato

139,5

166,5

-27,0

-16,2%

Risultato per segmenti.

Traffico viaggiatori 64,9
94,4
-29,5
-31,2%
Traffico merci -22,0
-7,2 -14,8 205,2%
Infrastruttura 8,1
31,5
-23,4
-74,2%
Immobili * 107,6
104,0 3,5 3,4%

(*) Al lordo degli interessi e degli ammortamenti per il risanamento della Cassa pensioni FFS (38,5 milioni di franchi) e dei pagamenti compensativi a Infrastruttura (53,4 milioni di franchi)

Free Cash Flow.

Free Cash Flow dopo finanziamento poteri pubblici 357,6 30,8 326,8 1060,1%

Indebitamento.

Prestiti soggetti a interesse (debiti finanziari terzi) -7 774,7 -8 065,3 290,6 -3,6%
Prestiti poteri pubblici -10 951,4
-10 343,7 -607,7 5,9%

Quantità e prestazioni.

Traffico viaggiatori (in mio) Viaggiatori-chilometro 8 585 8 730
-145
-1,7%
Traffico merci (in mio) Tonnellate-chilometro nette
5 873 6 369 -497 -7,8%
Infrastruttura (in mio) Tracce-chilometro
81,9
81,9
0,1
0,1%

Prestazioni dei poteri pubblici.

Indennizzi (*) 375,4 361,7 13,8 3,8%
Prestazioni Confederazione per l'infrastruttura 756,3 760,7 -4,4 -0,6%
Finanziamenti (prestiti) 289,5 258,2 31,3 12,1%
Totale 1 421,3 1 380,6 40,7 2,9%

(*) Traffico viaggiatori regionale, traffico merci non attraverso le Alpi, Infrastruttura delle società affiliate, parti non attivabili di investimenti finanziati in maniera speciale.

Le FFS come datore di lavoro.

Impieghi a tempo pieno (FTE) 29 037 28 419 618 2,2%
Posti di formazione (FTE) 1 334 1 286 48 3,7%

Ulteriori contenuti