Stadler e le FFS presentano la più moderna locomotiva ibrida in assoluto.

Alla fiera specialistica Innotrans di Berlino, Nicolas Perrin, CEO di FFS Cargo, e Peter Spuhler, titolare e CEO della Stadler Rail Group, hanno presentato oggi la locomotiva ibrida più moderna del mondo. Essa consente un traffico a carri completi più economico e più ecologico. FFS Cargo ha ordinato da Stadler Rail 30 locomotive di questo tipo e intende utilizzarle sia per i trasporti di linea sia per le attività di manovra.

La prima locomotiva ibrida del tipo Eem 923 è in servizio con successo per FFS Cargo da marzo 2012. «Abbiamo scelto di proposito un veicolo all'avanguardia che racchiude in sé vantaggi economici ed ecologici a lungo termine», spiega Nicolas Perrin CEO di FFS Cargo alla presentazione che si è tenuta a Berlino. Insieme a Peter Spuhler – proprietario e CEO dell'azienda produttrice Stadler Rail Group – Perrin ha illustrato al pubblico di specialisti internazionale tutti i vantaggi di questa novità mondiale. «Sono orgoglioso di questa locomotiva moderna che è in grado di coniugare rendimento e sostenibilità con la massima efficienza. Con questo mezzo fissiamo un nuovo standard di riferimento sul mercato», ha dichiarato Peter Spuhler. FFS Cargo si assume così un ruolo da pioniere nel panorama europeo del traffico merci su rotaia. La consegna delle 30 locomotive ordinate avviene attualmente a intervalli di 3 settimane e durerà fino alla fine del 2013. Il volume d'ordine complessivo ammonta a 88 milioni di franchi, incluso il pacchetto dei pezzi di ricambio.

Più efficienza, sostenibilità e redditività

La nuova locomotiva ibrida risponde alle esigenze ecologiche di FFS Cargo: grazie all'elevata prestazione di 1500 chilowatt, essa è adatta sia per il servizio sui binari di linea, sia per le manovre. FFS Cargo acquista così nuova flessibilità nella produzione. I macchinisti possono passare rapidamente dall'alimentazione elettrica al motore diesel ausiliario. Questa caratteristica consente di risparmiare tempo e costi, in quanto non sarà più necessario sostituire la locomotiva per transitare, nella fase finale, sui binari di raccordo non elettrificati. Anche i costi operativi e di manutenzione della locomotiva ibrida scendono nettamente rispetto al vecchio parco veicoli di manovra; allo stesso tempo FFS Cargo può garantire una disponibilità di veicoli nettamente superiore.

La locomotiva ibrida Eem 923 transiterà ad alimentazione elettrica per oltre il 90% del suo impiego. Il motore diesel ausiliario entrerà in funzione solo sui binari di raccordo senza linea di contatto. In questo modo FFS Cargo otterrà, rispetto a oggi, una riduzione di CO2 pari a oltre 4000 tonnellate all'anno.

Maggiori informazioni:

FFS, Ufficio media, Tel. +41 (0)51 220 41 11, press@sbb.ch

Stadler Rail Group, Ufficio media, Tel. +41 (0)71 626 31 57, pressestelle@stadlerrail.comIl link si apre in una nuova finestra.

Ulteriori contenuti