Attribuzione delle sedi secondo il principio dell’utente principale: FFS Cargo riorganizza in parte i depositi delle locomotive sull’asse nord-sud.

Dal 1° aprile 2014 FFS Cargo metterà in atto un nuovo concetto di deposito che prevede l’attribuzione delle sedi del personale di locomotiva lungo gli assi del San Gottardo e del Lötschberg/Sempione secondo il principio dell’utente principale. Il datore di lavoro per deposito sarà quindi in futuro FFS Cargo o la società affiliata SBB Cargo International attiva nel traffico di transito. In tal modo entrambe le aziende potranno prepararsi in maniera ottimale per il periodo successivo all’apertura della galleria di base del San Gottardo.

Il nuovo concetto di deposito consentirà in futuro a SBB Cargo International di viaggiare anche in Svizzera con proprio personale di locomotiva svizzero, che finora veniva noleggiato presso la casa madre FFS Cargo. «Con l’attribuzione delle sedi del personale di locomotiva, sfruttiamo le opportunità offerte dalla galleria di base del San Gottardo», spiega Ruedi Büchi, responsabile Produzione FFS Cargo. «Già a partire dal prossimo anno SBB Cargo International sarà in grado di ridurre i costi di produzione per treno-chilometro in Svizzera e di sviluppare così il suo ruolo di leadership nel transito merci su rotaia sull’asse nord-sud che attraversa il Paese», chiarisce Michail Stahlhut, CEO di SBB Cargo International.

Il cambiamento più evidente si avrà a Erstfeld. Come previsto, il deposito di FFS Cargo sarà soppresso dopo l’apertura della galleria di base del San Gottardo, con decorrenza dal 1° gennaio 2017. 12 dei circa 60 macchinisti attualmente impiegati presso FFS Cargo a Erstfeld passeranno a FFS Viaggiatori nel 2015. Già oggi i macchinisti di FFS Cargo conducono anche treni viaggiatori su singole tratte. Ulteriori possibilità si prospettano nel nuovo centro di manutenzione e intervento di Erstfeld, che sarà predisposto per la galleria di base del San Gottardo. A tal fine, nei prossimi anni verrà gradualmente reclutato del personale. Le FFS sono fiduciose che nell’arco dei prossimi tre anni sarà possibile offrire soluzioni per tutti i macchinisti di FFS Cargo interessati dalla soppressione del deposito.

Il deposito di Bellinzona, e con esso tutti i macchinisti, passeranno dal 1° aprile 2014 a SBB Cargo International. Per la medesima data, a Basilea circa un terzo dei macchinisti passerà a SBB Cargo International. La sede del personale di locomotiva di Arth-Goldau rimarrà ancora in seno a FFS Cargo e i possibili miglioramenti saranno valutati solo all’apertura della galleria di base del Ceneri prevista per dicembre 2019. In tal modo si potranno sfruttare le esperienze derivanti dai primi anni di servizio della galleria di base del San Gottardo. Presso le sedi di Chiasso e Briga non avranno luogo cambiamenti legati al nuovo concetto di deposito.

Ulteriori contenuti