Collaborazione transfrontaliera: L'Austria e la Svizzera lanciano una nuova offerta nel traffico combinato.

Da gennaio 2014, i clienti in Austria e in Svizzera potranno far trasportare dalla ferrovia i propri container tra Wels e Zurigo in modo eco-compatibile. Con questo nuovo prodotto FFS Cargo e il Rail Cargo Group (RCG) collegano le proprie reti interne per il traffico combinato. Il 14 novembre 2013 è stato firmato a Vienna l'accordo di cooperazione.

Negli ultimi anni il traffico combinato (TC) transfrontaliero ha fatto registrare una domanda sempre crescente. Per questo motivo FFS Cargo e il Rail Cargo Group potenziano la collaborazione e collegano le due reti interne del TC in Austria e in Svizzera via St. Margrethen. Dalla metà di gennaio 2014 le due ferrovie merci offriranno ai propri clienti dal lunedì al venerdì un collegamento a orario cadenzato lungo la tratta est-ovest tra Wels in Alta Austria e Dietikon presso Zurigo. Se la domanda aumenterà sarà possibile estendere l'offerta fino a Vienna da un lato e fino a Ginevra e Basilea dall'altro. «Già oggi il nostro servizio di traffico combinato arriva a Gossau nel Cantone di San Gallo. Con la nuova offerta congiunta offriamo ai clienti un'estensione molto interessante lungo l'asse est-ovest», spiega Daniel Bürgy, responsabile Vendita presso FFS Cargo.

«Il nuovo collegamento nel traffico combinato tra Svizzera e Austria rappresenta un passo importante per il traffico interno su rotaia. Il Rail Cargo Group punta già da anni sulle partnership europee per incentivare il trasferimento dei trasporti dalla strada alla rotaia in un'ottica transfrontaliera e sostenibile, oltre che ecologica», sottolinea Erik Regter, direttore del Rail Cargo Group. Con la firma dell'accordo a Vienna, le due ferrovie merci concretizzano per la prima volta una cooperazione transfrontaliera nel traffico combinato. Una forma di collaborazione che già da anni è realtà per quanto riguarda il traffico a carri completi convenzionale nel quadro dell'alleanza Xrail.

Collegamento alla rete NINA

Il Rail Cargo Group offre ai propri clienti un treno intermodale nazionale a cadenza giornaliera con partenze serali e arrivi al mattino, che collega tra loro i terminal di Wolfurt, Bludenz, Wels, Hall e Vienna Freudenau. Con la nuova cooperazione e l'allacciamento alla rete austriaca NINA (Nationales Intermodales Netzwerk Austria) è possibile garantire un collegamento di alta qualità tra l'Austria e la Svizzera e potenziare il traffico combinato nazionale. «Tempi di trasporto affidabili e un'offerta ferroviaria orientata alla clientela consentono di potenziare maggiormente non solo a livello nazionale ma anche oltre confine il trasferimento dei trasporti dalla strada alla rotaia, favorendo inoltre l'aspetto ecologico. L'obiettivo è di creare collegamenti stabili a lungo termine a favore dei nostri clienti e di rispondere nel miglior modo possibile alle esigenze del mercato in Europa», sostiene Regter.  

Il traffico combinato interno in Svizzera

FFS Cargo punta sulla crescita nel traffico combinato e amplia progressivamente la propria offerta di mercato, la quale prevede una serie di treni di linea con orario fisso che collegano i principali centri economici. Appositi impianti presenti su tutto il territorio nazionale consentono il trasbordo veloce ed efficiente delle merci e quindi un rapido trasporto alla destinazione finale dei clienti. FFS Cargo gestisce già oggi otto terminal propri per il traffico merci combinato. Con questa offerta si possono abbinare i vantaggi della strada a quelli della rotaia: per le lunghe distanze entra in gioco la ferrovia, mentre la distribuzione capillare per le consegne negli ultimi chilometri viene affidata ai camion. Con l'ampliamento del traffico combinato, FFS Cargo integra l'offerta attuale nel traffico a carri completi e in quello di transito.

Per informazioni presso il Rail Cargo Group:

Per informazioni presso FFS Cargo:

Ulteriori contenuti