Rapporto sullo stato della rete 2012: Confermato il buono stato degli impianti FFS.

Le FFS informano in modo trasparente sui loro impianti, che per il 2012 hanno presentato un valore di sostituzione di 84,1 miliardi di franchi. In base all‘annuale rapporto sullo stato della rete pubblicato oggi, la rete delle FFS si trova generalmente in buono stato. Rispetto all’anno precedente, la sicurezza e la disponibilità sono leggermente aumentate, mentre stando al rapporto, la necessità di recupero è rimasta stabile. Gli impianti di accesso alla ferrovia sono quelli che necessitano ancora del maggior numero di interventi. In quest’ambito, le FFS hanno avviato una perizia esterna per valutare il fabbisogno di risorse finanziarie. Un’altra perizia è stata richiesta per valutare la necessità di recupero della categoria binario. I risultati saranno riportati nel rapporto sullo stato della rete 2013.

Grazie al rapporto sullo stato della rete, le FFS informano sullo sviluppo delle stato di salute dei propri impianti (rete ferroviaria, energetica e delle telecomunicazioni) e il futuro fabbisogno di risorse finanziarie per il loro mantenimento. L’inventario a fine 2012 risultava positivo: il 77,9 percento degli impianti è in ottimo o in buono stato (nel 2011: 73,9 percento), mentre il 18,2 percento viene giudicato discreto (nel 2011: 20,3 percento). Su 1,5 milioni di impianti analizzati, solo il 3,9 percento si trova in uno stato negativo o critico (nel 2011: 5,8 percento), la maggior parte di questi impianti ha tuttavia ormai raggiunto la fine della propria durata d'utilizzazione. Le misure necessarie per eliminare gli stati con valutazione negativa sono state individuate e saranno implementate in modo sistematico. Con questa procedura, già nel 2012 alcuni impianti sono stati risanati, aumentando quindi la sicurezza e la disponibilità della rete. Accanto a ciò, le migliorie vengono effettuate soprattutto nella categoria binario, dove le FFS hanno investito 76 milioni di franchi in più di quanto preventivato per la manutenzione. Le FFS per il 2013 e per gli anni successivi colgono l’occasione per implementare misure aggiuntive, al fine di aumentare ulteriormente lo stato e la sicurezza dei binari.

Riduzione graduale fino al 2032 della necessità di recupero

La cosiddetta necessità di recupero è rimasta stabile. Quest'ultima si verifica quando gli impianti vengono sfruttati ben oltre la loro durata d'utilizzazione economica e d'esercizio. Il rapporto sullo stato della rete 2012 ha messo in evidenza una necessità di recupero pari a 1,815 miliardi di franchi (nel 2011: CHF 1,78 mia). Ciò corrisponde all'incirca al due percento del valore di sostituzione di tutti gli impianti FFS, che ammonta a 84,1 miliardi di franchi (nel 2011: CHF 80,2 mia). L’anno prossimo, grazie all’accordo sulle prestazioni 2013–2016 firmato con la Confederazione, il maggior prezzo delle tracce e l’aumento dell’efficienza interna ci sono più risorse finanziarie per il mantenimento dell’infrastruttura. Lo stato degli impianti può essere così mantenuto stabile. La necessità di recupero sarà ridotta gradatamente fino al 2032 e questo dovrebbe avvenire grazie alle risorse finanziarie messe a disposizione dal fondo per l’infrastruttura ferroviaria (progetto FAIF del Consiglio federale).

Accesso alla ferrovia: il principale campo d'azione dei prossimi anni

Come già presentato nel rapporto sullo stato della rete dell’anno scorso, nei prossimi anni l’accesso alla ferrovia è il settore dove vi è maggiore necessità di intervento. Il crescente numero di passeggeri rappresenta per le FFS una delle maggiori sfide per la stabilità dell’orario, la sicurezza e le gestione dei flussi di viaggiatori, in particolare presso dodici stazioni: Lenzburg, Glanzenberg, Zurigo Hardbrücke, Rolle, Basilea FFS, Zurigo Altstetten, Olten, Bellinzona, Morges, Zurigo Stadelhofen, Zurigo Museumstrasse e Zurigo Stettbach. Entro fine 2013, grazie ad una perizia esterna, le FFS determineranno l’ammontare di risorse finanziarie e di misure necessarie. Grazie ad un’altra perizia viene analizzata la necessità di recupero della categoria binario. I risultati degli esperti saranno riportati nel rapporto sullo stato della rete 2013.

Trasparenza sullo stato della rete grazie al rapporto

Dall’audit esterno sulla rete del 2009, ogni anno le FFS presentano, tramite il rapporto sullo stato della rete, una fotografia sullo stato e l’evoluzione dei propri impianti della rete ferroviaria, energetica e delle telecomunicazioni. Allo stesso tempo sono valutate la sostanza, la sicurezza e la disponibilità della rete. Inoltre, grazie a questa valutazione le FFS identificano il fabbisogno futuro di mezzi finanziari e di interventi di manutenzione, come anche altri dati finanziari.

Il rapporto sullo stato della rete 2012 può essere scaricato su www.ffs.ch/nzbIl link si apre in una nuova finestra.

Ulteriori contenuti