Misure immediate per la clientela: L’obbligo del biglietto da buoni risultati – le FFS apportano migliorie nella sua implementazione.

L’obbligo di possedere il biglietto nel traffico a lunga percorrenza ha dato in linea di massima risultati positivi ed è accettato dalla maggior parte dei viaggiatori. Tuttavia, nella sua implementazione le FFS hanno intravvisto alcune lacune e per questo hanno introdotto misure immediate.

Il settore dei trasporti pubblici ha introdotto l’obbligatorietà di possedere il biglietto nel traffico a lunga percorrenza dal cambio orario di dicembre 2011. La sua introduzione era una risposta al crescente aumento del numero di viaggiatori nei treni, che, soprattutto negli orari di punta, non permetteva più di vendere a tutti i clienti il biglietto una volta in viaggio. Per le sole FFS, questo significava una diminuzione delle entrate stimata a 20 milioni di franchi l’anno. L’esperienza di questo primo anno e mezzo ha mostrato come la clientela ha capito che il biglietto deve essere acquistato prima del viaggio.

Tuttavia, nella sua implementazione le FFS hanno intravvisto alcune lacune e per questo hanno introdotto misure immediate. „E‘ giusto che tutti i nostri clienti devono acquistare un biglietto prima della partenza“, spiega a tal proposito Andreas Meyer, CEO FFS „tuttavia non voglio che i clienti fedeli e di lunga data vengano multati per un’unica disavventura. Si meritano un’adeguata condiscendenza. Certe regole sono troppo complicate e dobbiamo quindi correggerle.“

Introdotte misure immediate

Dal primo giugno 2013 su tutti i trasporti pubblici sarà in vigore ciò che già da tempo le FFS applicano: i viaggiatori che acquistano un biglietto online o mobile, ma non possono esibirlo (per esempio perché la batteria del cellulare è scarica o si è dimenticato a casa il biglietto online, ecc.) potranno mostrarlo in un secondo momento. In questo caso il viaggiatore riceverà una fattura di franchi 30.-. Inoltre questi biglietti dovranno essere acquistati prima dell’effettiva partenza del treno e non più, come finora, alla partenza del treno secondo l’orario.

Un altro punto importante è una maggiore libertà d’azione data dalle FFS al proprio personale dei treni. In casi particolari e motivati, in cui intravvede la buona fede del cliente, il personale di accompagnamento dei treni può accordare una maggiore condiscendenza.

Miglioramenti mirati a lungo termine

Accanto a queste misure immediate, a lungo termine le FFS stanno implementando altre sensibili migliorie della qualità del servizio per la propria clientela. A tal proposito, è stato creato un gruppo di lavoro che, in accordo con i rappresentanti di Pro Bahn Svizzera e dei partner sociali, analizzerà l’obbligo del biglietto e la possibile necessità di altre migliorie.

„Per me è importante, che questi temi siano sviluppati in tutto il settore dei trasporti pubblici e che le singole regole, se troppo complicate, siano eliminate dall’intero sistema di trasporti pubblici “, sottolinea Andreas Meyer, CEO FFS „queste misure non porteranno a migliorie tangibili sin dal primo giorno di validità, ma aiuteranno a eliminare il sentimento di insicurezza e di insoddisfazione di molti clienti.“

Ulteriori contenuti