Zugo–Arth-Goldau: Chiusura più breve per la linea del lago di Zugo.

La centenaria tratta lungo la sponda est del lago di Zugo deve essere risanata: il tracciato ferroviario, gallerie, ponti e sottopassi saranno risanati ed ampliati. Contemporaneamente, a Walchwil sarà realizzato un doppio binario. Questi lavori permetteranno di aumentare la capacità nel traffico nord-sud a lunga percorrenza senza penalizzare l’offerta del traffico regionale. Nell’ambito del progetto preliminare denominato „Zugersee Ost”, le FFS hanno ora ottimizzato i lavori e ridotto i costi. Nel 2017/2018 la tratta ferroviaria tra Zugo Oberwil e Arth-Goldau resterà quindi chiusa solo per un anno e mezzo invece dei due anni precedentemente valutati.

Dopo l’apertura del tunnel di base del San Gottardo, le FFS prevedono di chiudere la linea lungo la costa est del lago di Zugo per effettuare lavori di manutenzione e ampliamento. Il periodo di chiusura della tratta tra Zugo Oberwil e Arth-Goldau, valutato precedentemente in due anni, è stata ora ridotto ad un solo anno e mezzo dal progetto preliminare denominato „Zugersee Ost“. Durante questo periodo tutti i treni tra Zugo Oberwil e Arth-Goldau circoleranno via Rotkreuz. Nonostante questa deviazione, grazie all’apertura della galleria di base del San Gottardo, il tempo di viaggio tra Bellinzona e Zurigo diminuirà di 25 minuti.

Completo risanamento dell'infrastruttura esistente

Anche le gallerie lungo la tratta Zugo–Arth-Goldau saranno risanate e predisposte per l’esercizio dei treni a due piani. A questo scopo sono necessarie anche modifiche architettoniche alle sette ultracentenarie gallerie ad un solo binario. Altri interventi in programma sono diverse misure di messa in sicurezza contro i pericoli della natura: muri di contenimento, reti protettive, ampliamenti degli alveoli. Grazie a questi interventi l’esercizio ferroviario sarà assicurato per i prossimi 50 anni.

A Walchwil raddoppio di binari

L’investimento per i lavori di risanamento e per il raddoppio dei binari a Walchwil ammontano in totale a circa 190 milioni di franchi, di cui 90 milioni sono per il secondo binario di Walchwil, 10 milioni in meno di quanto preventivato precendentemente. Il risanamento dell’infrastruttura viene finanziato dal budget ordinario per la manutenzione dell’infrastruttura ferroviaria nell’ambito della convenzione sulle prestazioni sottoscritta con la Confederazione. Il finanziamento per il raddoppio dei binari viene invece finanziato tramite il programma sullo sviluppo dell’infrastruttura ferroviaria della Confederazione(SIF).

I prossimi passi saranno ora concordati strettamente con le competenti autorità. I progetti saranno presentati alla popolazione in autunno 2013 mediante un’informazione pubblica a Walchwil. Al momento le FFS stanno elaborando la pubblicazione del progetto, che a fine anno sarà consegnata all’Ufficio Federale dei trasporti. Si prevede che i piani potranno essere resi pubblici nel primo trimestre del 2014.

Lavori di risanamento dell’infrastruttura sulla rete FFS nel 2013

Le FFS gestiscono la rete ferroviaria maggiormente sollecitata al mondo. Mediamente l’anno scorso sulle linee principali ogni giorno sono passati 96.7 treni. Ciò che viene sfruttato così intensamente deve anche essere risanato. Nel 2013 le FFS investiranno oltre un miliardo di franchi nel rinnovo dell’esistente rete ferroviaria, al quale si aggiungono mediamente ogni anno altri 500 milioni di franchi per i lavori di manutenzione.

Ulteriori contenuti