Traffico ferroviario tra il Vallese e l'Italia: Luce verde per lo sviluppo del traffico regionale.

Il Tribunale amministrativo federale (TAF) conferma la decisione dell'Ufficio federale dei trasporti (UFT) che autorizza le FFS a gestire il traffico regionale e dei treni-auto attraverso la galleria del Sempione fino al 2017. Le FFS possono così proseguire i loro progetti di sviluppo dell'offerta ferroviaria tra il Vallese e l'Italia, conformemente ai desideri del Cantone. Dalla fine dei lavori di rinnovo della galleria del Sempione, a dicembre 2015, i clienti del traffico regionale potranno approfittare di treni più frequenti, moderni e confortevoli tra Briga e Domodossola. Inoltre, per soddisfare la domanda degli automobilisti, tra Briga e Iselle di Trasquera (I) sarà introdotto un treno-auto supplementare ogni ora.

Il TAF accetta che l'autorizzazione di circolazione accordata alle FFS per gestire il traffico regionale tra il Vallese e l'Italia sia prolungata fino al 2017, confermando così una decisione dell’UFT presa in tal senso. Le FFS considerano questa sentenza come un ulteriore segnale positivo per continuare a sviluppare i loro progetti riguardanti il traffico viaggiatori e i treni-auto attraverso la galleria del Sempione. Alla conclusione dei lavori di rinnovo della galleria, a dicembre 2015, tra Briga e Domodossola i viaggiatori potranno beneficiare di un orario più fitto e di treni moderni e confortevoli. Per i treni-auto sarà introdotta la cadenza oraria tra Briga e Iselle di Trasquera. Per completare questa offerta molto apprezzata dalla clientela, sarà messa in servizio una seconda composizione navetta per il trasporto delle automobili.

La futura offerta regionale attraverso la galleria del Sempione si integra perfettamente nelle esigenze del traffico nazionale e internazionale tra la Svizzera e l'Italia e garantisce una gestione ottimale dei collegamenti ferroviari transalpini. Inoltre si inserisce nell’ambito dello sviluppo della rete celere RER ValaisIWallis, avviato dal Cantone e attuato da RegionAlps. L'azienda vallesana è una filiale delle FFS (70%), dei Transports Martigny e Region-TMR (18%) e del Canton Vallese (12%).

Ulteriori contenuti