Ordinazione materiale rotabile traffico nord-sud: Le FFS assegnano il mandato per i 29 nuovi treni a Stadler Rail.

Le FFS acquistano da Stadler Rail i 29 nuovi elettrotreni per il traffico internazionale nord-sud. Determinante per la scelta di Stadler Rail è stata la migliore valutazione ricevuta per la redditività complessiva e le esigenze della clientela. Il volume della commessa è di quasi 1 miliardo di franchi. Grazie a questi nuovi treni le FFS potranno mettere a disposizione della propria clientela un numero sufficiente di posti a sedere, più confort e un’offerta affidabile in vista della prevista crescita della domanda, dopo l’entrata in esercizio delle Gallerie di base del san Gottardo e del Monte Ceneri. I treni dovrebbero entrare in servizio progressivamente dalla fine del 2019, secondo gli accordi contrattuali stipulati con Stadler Rail.

Le FFS conferiscono a Stadler Rail il mandato per la realizzazione dei 29 nuovi elettrotreni per il traffico internazionale nord-sud, per un volume di quasi 1 miliardo di franchi. La procedura di appalto per l’acquisto dei 29 nuovi treni è iniziata ad aprile 2012. Il mandato è stato attribuito oggi dalle FFS. «La decisione è stata chiara. Stadler Rail ha soddisfatto i criteri dell’appalto con un netto vantaggio e ci ha offerto un treno orientato alla clientela», ha affermato il CEO delle FFS Andreas Meyer. Stadler Rail ha ricevuto il miglior punteggio nei due criteri di maggior peso, l’alta redditività complessiva (40%) e l’innovazione (25%) riguardante, in particolare, le esigenze della clientela relative alla sistemazione o alla sicurezza del passeggero. In entrambi gli altri due criteri, tecnica (20%) e adempimento del contratto (15%), l’offerta di Stadler Rail era in linea con quelle degli altri offerenti. «Vogliamo offrire il i treni migliori ai nostri clienti. Per il criterio della sistemazione del treno abbiamo messo al centro l’orientamento alla clientela, per la tecnica utilizzata la qualità è stata comprovata», ha da parte sua affermato Jeannine Pilloud, Direttrice Traffico viaggiatori FFS.

Alstom, Stadler Rail e Talgo sono stati i tre produttori di materiale rotabile che hanno inoltrato un’offerta per il mandato. La decisione è stata presa in seguito a un complesso bando di concorso secondo la Legge federale e l’Ordinanza sugli acquisti pubblici (LAPub/OAPub). I criteri presi in considerazione per la valutazione sono stati pubblicati nell’ambito del bando di concorso pubblico su simap.ch. Ai sensi delle disposizioni legali, la creazione di valore aggiunto in Svizzera non era ammesso come criterio. Secondo quando affermato da Stadler Rail, i nuovi treni saranno fabbricati a Bussnang (TG). Accanto all’aggiudicazione dell’attuale commessa di 29 treni, le FFS si sono assicurate, per contratto, un’opzione aggiuntiva per 92 treni supplementari. La decisione di aggiudicazione sarà pubblicata il 10 maggio 2014 su simap.ch; da quel momento entra in vigore un termine di ricorso di 20 giorni. Il contratto sarà sottoscritto probabilmente ad inizio giugno.

I nuovi treni offriranno più posti a sedere e comfort.

I nuovi elettrotreni potranno viaggiare fino a 249 km/h e offriranno 800 posti a sedere su una lunghezza di 400 metri a doppia trazione; il 40 per cento di posti in più rispetto a quanto offerto oggi dalle composizioni ETR 470, lunghe 230 metri. Secondo quando previsto dalla Legge federale sull’eliminazione di svantaggi nei confronti dei disabili, le FFS hanno deciso di proporre pianali ribassati, un bisogno della clientela, utile anche per le persone anziane, per quelle con bagagli o con carrozzine per bambini. Ogni composizione disporrà di due toilette accessibile alle persone in sedia a rotelle, così come passaggi adattati tra la prima, la seconda classe e il vagone ristorante. Questi treni saranno inoltre equipaggiati di toilette separate per uomini e donne, di ampie zone per i bagagli e di un sistema di informazioni per i passeggeri con annunci elettronici. Ci saranno anche zone del silenzio, per le famiglie e business, prese elettriche in tutti i posti a sedere e nuovi amplificatori di segnale per una buona ricezione mobile durante il viaggio.

Un sensibile miglioramento dell’offerta sul Gottardo.

Grazie ai nuovi treni le FFS potranno mettere a disposizione della propria clientela un numero sufficiente di posti a sedere, più confort e un’offerta affidabile in vista della prevista crescita della domanda, dopo l’entrata in esercizio delle Gallerie di base del San Gottardo e del Monte Ceneri. Oggi le FFS trasportano mediamente 9000 persone al giorno lungo la linea del Gottardo. Entro il 2025 questo numero dovrebbe più che raddoppiare grazie alla concentrazione e all’accelerazione dell’offerta e già per il 2020 le FFS prevedono che vi saranno almeno 15 000 passeggeri al giorno.

Stando agli accordi contrattuali con Stadler Rail, i nuovi treni dovrebbero poter entrare in servizio gradualmente dal 2019. Dovranno ricevere l’omologazione per la Svizzera, la Germania e l’Italia e circoleranno dapprima tra Basilea/Zurigo e Milano e, più avanti, potranno anche essere impiegati su altre tratte, in particolare su quelle internazionali. Nel Gottardo questi treni sostituiranno sul lungo termine i treni ad assetto variabile ICN ed ETR 610. Durante la fase transitoria, fino a fine 2019, le FFS hanno ordinato otto ulteriori treni ad assetto variabile del tipo ETR 610. Questi ETR 610 aggiuntivi entreranno in servizio ancora nel corso del 2014 e sostituiranno i treni del tipo ETR 470, che saranno dismessi.

Quando i nuovi elettrotreni nord-sud di Stadler Rail entreranno in servizio, gli ETR 610 saranno utilizzati sulla linea del Sempione, mentre gli ICN su quella ai piedi meridionali del Giura. Grazie a questi nuovi treni, le FFS disporranno non solo a breve termine, ma anche a lungo termine di sufficiente materiale rotabile moderno e orientato alla clientela per il traffico nord-sud. In totale le FFS investiranno nei prossimi anni all’incirca un miliardo di franchi l’anno per il nuovo materiale rotabile.

Ulteriori contenuti

Contatti.

FFS SA

Comunicazione
Hilfikerstrasse 1
Casella postale 65
3000 Berna