Corridoio di 4 Metri sull’asse Nord–Sud: gallerie di Crocetto e Giustizia: Trasferimento dei grandi semirimorchi dal 2020.

Le FFS iniziano oggi i lavori per la realizzazione di un corridoio con altezza agli angoli di 4 metri del profilo libero delle gallerie di Crocetto e della Giustizia, situate tra i comuni di Biasca e Osogna. Il progetto è parte integrante della strategia della Confederazione per la realizzazione del corridoio di 4 metri sull’asse del San Gottardo. Esso rappresenta una delle misure chiave per promuovere il trasferimento del traffico merci dalla strada alla ferrovia.

Prendono avvio oggi, lunedì 2 giugno 2014, i lavori per la realizzazione di un corridoio con altezza agli angoli di 4 metri del profilo libero nella gallerie di Crocetto e della Giustizia, poste tra i comuni di Biasca e Osogna. Si tratta delle prime due gallerie in Ticino sottoposte a questa tipologia d’intervento. Il corridoio di 4 metri tra Basilea, il Ticino e il nord Italia lungo l’asse del San Gottardo consentirà dal 2020 di trasbordare su ferrovia tutti i contenitori più utilizzati in Europa – inclusi i grandi semirimorchi – e trasferire quindi più merci dalla strada alla rotaia, come richiesto da popolo. Grazie al corridoio di 4 metri sarà anche possibile utilizzare i treni viaggiatori a due piani sull’asse del San Gottardo.

Lavori in due fasi e mantenimento della percorribilità della linea per i treni

Le gallerie di Crocetto (L=275 m) e Giustizia (L= 64 m) sono state realizzate attorno al 1870 come infrastrutture di protezione contro la caduta di massi e gli smottamenti. Sopra la galleria Crocetto vengono scaricati in letti artificiali tre ruscelli, mentre sopra quella della Giustizia uno solo.

L’intervento digenio civile e tecnica ferroviaria è stato programmato dalle FFS in due fasi distinte. Durante i lavori uno dei due binari sarà messo fuori esercizio. Il traffico ferroviario si svolgerà quindi sul binario adiacente a fasi alternate.

Gli interventi contemplano l’allargamento del rivestimento delle due gallerie e l’abbassamento della quota dei binari per permettere di creare un profilo libero agli angoli di 4 metri. Il rinnovo dei due manufatti sarà terminati nell’autunno del 2016. Gli investimenti ammontano a 29.5 milioni di CHF e sono parte del finanziamento concordato tra la Confederazione e le FFS nell’ambito della Convenzione sulle prestazioni.

 

Il corridoio di 4 metri sull’asse del San Gottardo

Il trasferimento del traffico merci transalpino dalla strada alla ferrovia è un obiettivo fondamentale della politica svizzera dei trasporti. Entro il 2020, pertanto, le FFS realizzeranno un corridoio di 4 metri lungo l’asse del San Gottardo. Il corridoio di 4 metri risponde alle esigenze del settore dei trasporti e a quello della politica del trasferimento dalla strada alla ferrovia: gli spedizionieri utilizzano infatti sempre maggiormente semirimorchi* con un’altezza degli angoli di 4 metri nel traffico combinato. Grazie al corridoio di 4 metri sull’asse del San Gottardo potranno inoltre essere utilizzati treni bipiano; i viaggiatori potranno così recarsi a nord o a sud delle Alpi in tutta rapidità e comodità anche nei periodi di maggiore affluenza, come nei fine settimana o durante le vacanze.

Ulteriori contenuti

Contatti.

FFS SA

Comunicazione
Hilfikerstrasse 1
Casella postale 65
3000 Berna