Iniziato l’esercizio secondo orario nella galleria di base del San Gottardo: Oggi si apre una nuova epoca ferroviaria.

Da stamattina i treni circolano attraverso la galleria di base del San Gottardo. Lo storico cambiamento d’orario sull’asse nord-sud del San Gottardo è avvenuto senza problemi. I clienti nel traffico merci e viaggiatori approfittano di tempi di percorrenza più brevi nonché di collegamenti più frequenti e affidabili. Questa mattina presto due treni inaugurali con clienti e ospiti hanno raggiunto Lugano, dove si sono tenuti i festeggiamenti per la messa in servizio della galleria ferroviaria più lunga al mondo e per l’inaugurazione della stazione rimodernata. Il cambiamento d’orario si è svolto senza intoppi anche nel resto della Svizzera.

Con la galleria di base del San Gottardo, dopo un’intensa fase di prova, le FFS hanno messo in servizio un complesso sistema globale. Grazie a questo cambiamento d’orario di portata storica, nel traffico viaggiatori i tempi di percorrenza sull’asse nord-sud del San Gottardo si ridurranno di circa 30 minuti. Da oggi nel traffico merci la capacità delle tracce aumenterà da 180 a 210 treni al giorno, mentre saranno circa 48 i treni viaggiatori ad attraversare quotidianamente la nuova galleria. Nella galleria di base del San Gottardo transiteranno esclusivamente elettrotreni climatizzati di tipo ICN ed ETR 610 nonché composizioni InterCity; dalla fine del 2019 a questi si aggiungeranno i nuovi treni Giruno che promettono viaggi molto confortevoli. L’obiettivo delle FFS è sfruttare al meglio la nuova infrastruttura ferroviaria. In un gruppo di lavoro con i partner italiani, le FFS s’impegnano anche per un miglioramento della puntualità sull’asse nord-sud. I lavori necessari all’infrastruttura in Italia ed in Svizzera fino a fine 2020 sono pianificati in modo coordinato. Grazie all’ottima collaborazione, da giugno 2017 il collegamento diretto Zurigo – Venezia potrà essere introdotto definitivamente.

Da oggi le FFS proporranno un’offerta allettante sulla linea panoramica del San Gottardo: i treni InterRegio da Basilea, Lucerna e Zurigo nonché i treni RegioExpress dal Ticino viaggeranno ogni ora fino a Erstfeld e in direzione opposta. Inoltre, nei periodi di forte domanda continueranno a essere offerti dei collegamenti diretti da Basilea e Zurigo fino a Göschenen. Sulla linea panoramica del San Gottardo circoleranno anche il treno turistico «Gotthard Weekender» in partenza da Zurigo (da aprile a ottobre) e il nuovo «Gotthard Panorama Express» tra Flüelen e Bellinzona.

«La Svizzera si avvicina» a Lugano.

La messa in servizio della galleria di base è un momento culminante aggiuntivo in un anno veramente particolare per la Svizzera e le FFS. L’inaugurazione di giugno e le numerose altre piattaforme hanno spiegato e mostrato l’importanza dell’opera del secolo: cosa è possibile raggiungere con l’innovazione, la precisione e l’affidabilità elvetica. A questo successo hanno partecipato numerosi partner: la Confederazione, Alptransit San Gottardo SA, ma anche i partner principali di Gottardo 2016 Credit Suisse, Coop, La Mobiliare, Mondaine, Stadler Rail e ABB e altri partner del mondo economico e scientifico.

Questa mattina il primo treno ordinario ad attraversare la galleria di base del San Gottardo in direzione sud è stato l’EuroCity 11, partito alle 6.09 da Zurigo HB. A bordo c’erano diversi clienti e ospiti, tra cui Peter Füglistaler, Direttore dell’Ufficio federale dei trasporti, e Andreas Meyer, CEO della FFS SA. Un secondo treno inaugurale è partito alle 4.55 da Basilea in direzione Lugano. Questo treno speciale, composto da carrozze viaggiatori e carri merci, ha portato in regalo agli ospiti a sud i tradizionali biscotti «Läckerli di Basilea». Entrambi i treni sono arrivati a Lugano dopo le 8.00, dove sono stati accolti dalla popolazione ticinese e dai rappresentanti del Cantone. Alla stazione di Lugano, all’insegna del motto «La Svizzera si avvicina», si è tenuta quindi la cerimonia ufficiale per la messa in servizio della galleria di base del San Gottardo. Peter Füglistaler, Andreas Meyer, il Landamano urano Beat Jörg e il Presidente del Consiglio di Stato del Canton Ticino Paolo Beltraminelli hanno festeggiato insieme a numerosi ospiti la messa in esercizio della galleria ferroviaria più lunga al mondo.

Successivamente sono state inaugurate la stazione rimodernata e la rinnovata funicolare di Lugano con una grande festa popolare. Per trasformare la stazione di Lugano nella bella «Terrazza del Ticino», il Cantone, la città e le FFS hanno investito complessivamente 23 milioni di franchi. Poco prima di mezzogiorno il treno combinato viaggiatori/merci ha fatto ritorno a Basilea carico di panettoni, che a partire dalle 15.00 sono stati distribuiti ai clienti alla stazione di Basilea.

Massima efficacia dal 2020.

Il rinnovato asse nord-sud del San Gottardo dispiegherà appieno il suo potenziale da fine 2020, quando entreranno in servizio anche la galleria di base del Monte Ceneri e il corridoio di 4 metri. Allora la capacità nel traffico merci aumenterà a 260 treni al giorno, mentre i clienti che si sposteranno tra la Svizzera tedesca e Milano vedranno ridotto il tempo di viaggio di ben 60 minuti. Da allora i treni circoleranno ogni mezz’ora tra la Svizzera tedesca e il Ticino e ogni ora tra Zurigo e Milano. Anche in Ticino l’offerta e l’orario saranno ottimizzati gradualmente. Dal 2020 il traffico regionale ticinese migliorerà notevolmente. I viaggiatori beneficeranno ad esempio di un nuovo collegamento Express tra Lugano e Locarno. I tempi di viaggio tra la Leventina e Lugano/il Mendrisiotto si accorceranno di un massimo di 30 minuti.

In Ticino le FFS investiranno in totale oltre 2 miliardi di franchi entro il 2030. Le FFS devono risparmiare per rimanere competitive di fronte alla crescente concorrenza, ma anche investire in modo mirato e sostenibile nel futuro. Ieri, firmando la «Prospettiva generale Ticino», il Cantone Ticino e le FFS hanno gettato le basi per sfruttare in modo ottimale il dinamismo di questi investimenti e definire insieme le linee guida per la mobilità del futuro.

Le FFS rinnovano l’asse nord-sud del San Gottardo.

La nuova galleria del San Gottardo è una chiara espressione della precisione, della capacità innovativa e dell’affidabilità svizzere. La messa in servizio della nuova galleria del San Gottardo dell’11 dicembre 2016 è la tappa più importante del rinnovamento dell’asse nord-sud del San Gottardo. Entro la messa in servizio della galleria di base del Monte Ceneri e del corridoio di 4 metri a fine 2020, sulle tratte d’accesso alle due gallerie di base tra Basilea e Chiasso verranno realizzati circa 25 progetti di costruzione. Grazie a numerosi provvedimenti riguardanti il materiale rotabile, i cantieri e l’esercizio, le FFS faranno in modo di contenere al massimo l’impatto dei progetti edilizi sui clienti fino alla loro conclusione.

Nota per le redazioni: su FFS Media CenterIl link si apre in una nuova finestra. sono disponibili alcune fotografi

Ulteriori contenuti