La Posta e le FFS rendono i login più semplici e sicuri.

Servizi online di aziende, e-government, e-banking, offerte di servizi di mobilità: la digitalizzazione nelle attività di tutti i giorni richiede sempre più spesso agli utenti la creazione e la gestione di numerosi profili online. La gestione di tanti profili risulta scomoda e può causare problemi, rendendo l’uso dei servizi in internet più complesso e meno sicuro. Per questo motivo la Posta e le FFS hanno deciso di lanciare insieme un login standard basato su un’identità digitale unitaria, con lo scopo di consentire a privati, aziende e autorità di ridurre i numerosi login e password, creandone uno unico e garantendo così un accesso sicuro a un numero più elevato possibile di offerte online. La protezione dei dati ha sempre la massima priorità. Per questo motivo sarà garantito che tramite l’identità digitale le aziende non abbiano la possibilità di scambiarsi i dati. Per gli utenti la nuova identità digitale sarà gratuita. La sua introduzione è prevista a partire dal 2017: inizialmente sarà riservata alle offerte della Posta e delle FFS e in seguito verrà estesa ai servizi online di altri fornitori svizzeri e ad altre applicazioni, ad esempio nel settore dell’e-government. L’identità digitale sarà offerta da una joint venture di Posta e FFS.

Oggi chi vuole acquistare prodotti o prestazioni deve registrarsi sul portale del fornitore indicando i propri dati e scegliere un nome utente e una password. Si tratta di un sistema complesso che, a causa della diversità e della difficoltà di mantenere una visione d’insieme, può trasformarsi molto velocemente in un rischio per la sicurezza. La Posta e le FFS desiderano dare un contributo sostenibile alla digitalizzazione della Svizzera offrendo un’identità digitale unitaria che consenta di accedere ai servizi online tramite un unico login sicuro, semplificando, per tutti i clienti, l’accesso alle sempre più numerose offerte online e il loro utilizzo. Anche le aziende possono trarre vantaggi da un’identità qualitativamente migliore che consenta loro di ampliare e migliorare i propri servizi online. Per gli utenti l’ID standard per accedere alle offerte online sarà disponibile gratuitamente.

Identità digitale a partire dal 2017, previa autorizzazione della joint venture da parte delle autorità garanti della concorrenza

In una prima fase, la Posta e le FFS offriranno la nuova identità digitale agli utenti registrati ai propri servizi online. La gamma di servizi per i quali sarà possibile utilizzare il nuovo login standard e il numero di utenti sono poi destinati a crescere continuamente. L’identità digitale sarà a disposizione dei clienti del portale della Posta a partire dal 2017, mentre i clienti SwissPass potranno usufruirne a partire dal 2018. Nei prossimi due/tre anni saranno oltre quattro milioni i clienti che potranno usufruire di questo servizio. La Posta e le FFS intendono introdurre i servizi legati alla nuova identità digitale tramite una joint venture, con riserva di approvazione da parte delle autorità garanti della concorrenza competenti. In futuro, la Posta e le FFS apriranno la collaborazione anche ad altre aziende.

La protezione dei dati è fondamentale

La protezione dei dati personali nell’ambito dell’identità digitale è un aspetto centrale. Il cliente manterrà il controllo dei propri dati e le aziende coinvolte non avranno la possibilità di scambiarseli tra loro servendosi di questa identità.

La nuova identità digitale è in grado di coprire in modo più semplice e intuitivo l’intera gamma di funzioni che va dal semplice login fino alla firma digitale (come sviluppo di SuisseID, lanciato dalla Confederazione e sviluppato con la collaborazione della Posta). A seconda della prestazione che si desidera acquistare, per identificarsi e autenticarsi correttamente basterà immettere un numero ridotto di informazioni personali, tranne in alcuni casi in cui saranno necessari alcuni dati aggiuntivi: per i servizi online di e-government o di voto elettronico, ad esempio, per cui si applicano requisiti particolarmente elevati per garantire un’identificazione univoca. La nuova identità digitale della Posta e delle FFS soddisferà questi diversi requisiti applicando una distinzione tra i vari livelli di autenticazione.

 

Per informazioni:

 

Ulteriori contenuti