Rinviato il progetto di costruzione «Zugersee Ost».

Le FFS prevedono di chiudere la tratta lungo la sponda est del lago di Zugo per un anno e mezzo, allo scopo di eseguire ampi interventi di mantenimento dell’infrastruttura esistente e di costruire un doppio binario a Walchwil. Poiché, tuttavia, in relazione al progetto vi è una procedura giudiziaria pendente, le FFS d’intesa con l’Ufficio federale dei trasporti (UFT) hanno deciso di rimandare la chiusura della tratta e l’avvio dei lavori di almeno un anno.

Dopo che il 17 agosto 2015 l’UFT aveva conferito la licenza di costruzione per il progetto «Zugersee Ost», dei privati hanno presentato ricorso al Tribunale amministrativo federale (TAF). Le FFS hanno chiesto che fosse ritirato l’effetto sospensivo ma a metà dicembre il TAF ha respinto l’istanza.

Nella procedura principale non si profila alcuna decisione imminente da parte del TAF. Poiché al contempo deve essere allestito l’orario 2016/17, le FFS hanno deciso di posticipare l’avvio dei lavori, inizialmente previsto per fine 2016.

Gli interventi di mantenimento dell’infrastruttura esistente e la costruzione del doppio binario a Walchwil, così come il necessario sbarramento ininterrotto della tratta tra Zugo Oberwil e Arth-Goldau, inizieranno non prima di fine 2017. Questo rinvio non si ripercuote né sulla messa in servizio della galleria di base del San Gottardo, né su quella della galleria di base del Monte Ceneri.

Ripercussioni per il traffico a lunga percorrenza

Ulteriori contenuti