Il CEO delle FFS Andreas Meyer in visita a Chiasso: 240 mio. per la clientela della nuova era ferroviaria.

Accessi moderni e privi di ostacoli, nuovi sistemi informativi, nuovi arredi per la clientela e ammodernamento infrastrutturale per aumentare la capacità di tutto il comparto ferroviario per la clientela. Le FFS investono a Chiasso oltre 240 milioni di franchi per adeguare la stazione all’aumento dell’offerta ferroviaria viaggiatori e merci programmata dall’apertura della Galleria di base del San Gottardo (2016) a quella del Monte Ceneri (2021). Oggi il Direttore generale delle FFS Andreas Meyer ha incontrato i collaboratori e il Municipio della Città per un intenso scambio di opinioni sul comparto della stazione FFS, la sua integrazione nel programma «Prospettiva generale Ticino» e la mobilità del futuro.

Il CEO delle FFS Andreas Meyer, accompagnato da Flavio Crivelli, Coordinatore regionale FFS sud, ha visitato questa mattina il comparto della Stazione FFS di Chiasso e incontrato i collaboratori. In seguito la delegazione delle FFS ha tenuto una seduta informativa all’interno della Stazione FFS con una rappresentanza del Municipio di Chiasso composta dal Sindaco Bruno Arrigoni, dalla vice sindaca e Consigliera nazionale Roberta Pantani e dalla municipale Sonia Colombo-Regazzoni. La riunione ha dato l’opportunità ad Andreas Meyer di illustrare ai rappresentanti della Città gli ingenti investimenti e l’impegno delle FFS. Si tratta di investimenti a favore della clientela del traffico viaggiatori e merci per ammodernare tutto il comparto della stazione FFS in vista dell’avvio della nuova era ferroviaria con l’apertura delle Gallerie di base del San Gottardo e del Monte Ceneri. 

Oltre 240 milioni per ammodernare gli accessi alla clientela e gli impianti

La stazione di Chiasso svolge da sempre il ruolo di piattaforma tra l’Italia e la Svizzera sull’asse nord-sud per i convogli merci e viaggiatori. Questo ruolo di nodo del traffico ferroviario è confermato anche dopo l’apertura delle trasversali alpine del San Gottardo e del Monte Ceneri. Affinché la Stazione di Chiasso possa continuare a svolgere la funzione di nodo ferroviario, le FFS investono a Chiasso, tra quest’anno e il 2021, oltre 240 milioni di franchi a favore della clientela nell’ambito del Programma «Sviluppo futuro dell’infrastruttura ferroviaria SIF». La realizzazione avviene a tappe: prima con la sostituzione dell’attuale apparecchio centrale elettronico, in seguito con la realizzazione dei nuovi accessi per la clientela, ai quali si aggiungono i nuovi binari e gli scambi in grado di aumentare la capacità del traffico merci e viaggiatori 

Per i viaggiatori sono pianificati (anno 2018) l’ammodernamento e il potenziamento degli accessi ai treni nella stazione con nuovi marciapiedi più lunghi e più alti, nuovi sistemi informativi e altoparlanti, nuove pensiline e un lift. Una volta ultimati i lavori la clientela approfitterà di: collegamenti più veloci, più frequenti, accessi ai treni facilitati e più comodi, e l’abbattimento delle barriere architettoniche per i disabili. Per la clientela del traffico merci sono invece previsti nuovi binari più lunghi e scambi per aumentare la capacità di transito.

I lavori si concluderanno in vista della messa in esercizio della Galleria di base del Monte Ceneri. Quest’ultima è un’opera di rilevanza «epocale» per la mobilità del Cantone. L a galleria di base del Monte Ceneri creerà un di metrò Ticino attorno al quale sarà organizzata una rete capillare di mobilità pubblica e privata; in questo ambito anche la clientela del Mendrisiotto ne godrà i benefici.

Investimenti immobiliari e «Prospettiva generale Ticino»

Il CEO delle FFS durante l’incontro con il Municipio ha ribadito che le FFS si impegnano con il Cantone Ticino e la Città di Chiasso alla ricerca di una soluzione condivisa per realizzare la futura Scuola di moda accanto alla stazione di Chiasso. Le FFS hanno appreso positivamente l’intenzione del Comune di cofinanziare l’operazione con un milione di franchi. La variante attualmente approfondita tra le parti è quella del diritto di superficie. In questo ambito i negoziati riprenderanno da metà settembre con la volontà di giungere a un’intesa entro fine anno. 

Sempre per quanto concerne lo stabile della Stazione, le FFS stanno elaborando  uno studio per il suo risanamento e per conferire una migliore attrattività agli spazi commerciali presenti. Al termine  dello studio saranno definite le modalità di intervento e la garanzia di finanziamento. L’esecuzione è prevista nel 2020.

Andreas Meyer ha inoltre illustrato ai rappresentanti del Municipio di Chiasso il programma di lavoro «Prospettiva generale Ticino». La Prospettiva generale Ticino è una visione dei progetti e un programma di lavoro tra il Cantone Ticino e le FFS. In particolare vengono sviluppate a favore dei clienti le offerte di mobilità per il futuro, l’infrastruttura e lo sviluppo delle aree sotto forma di collaborazioni regionali con i Cantoni, le Città e i Comuni; in questo ambito rientrano pure gli investimenti e i miglioramenti programmati nel comparto ferroviario di Chiasso. La Prospettiva – elaborata in stretta collaborazione tra le FFS ed il governo del canton Ticino – potrebbe essere sottoscritta nel mese di dicembre del 2016. 

Ulteriori contenuti