Programma RailFit20/30: Le FFS riducono i costi e aumentano la competitività.

Le FFS intendono aumentare la competitività affinché i trasporti pubblici continuino ad essere finanziabili per clienti e committenti. Inoltre prevedono di stabilizzare il più possibile i prezzi del traffico viaggiatori e creare ulteriori margini di manovra per innovazioni e nuove offerte. Con «RailFit20/30», entro il 2020 le FFS diminuiranno i costi di 1,2 mia di franchi rispetto al 2014. A tal fine è prevista una trasformazione degli effettivi: nei prossimi anni verranno tagliati 1400 posti di lavoro nell’amministrazione e nella gestione, ma, attraverso aumenti della produttività, anche nell’esercizio. Per rispondere alla crescita del traffico, verranno creati 200 nuovi posti. La soddisfazione dei clienti resta centrale e nel settore Sicurezza e qualità non vi sarà alcun taglio.

Secondo le previsioni della Confederazione sull’evoluzione del traffico fino al 2040, i trasporti merci e viaggiatori in futuro registreranno una forte crescita. Entro il 2020 verranno investiti oltre 22 mia di franchi in materiale rotabile, infrastruttura, nonché nuove offerte e servizi. Con i potenziamenti dell’offerta aumentano anche i costi dei poteri pubblici, che attualmente cofinanziano esercizio, manutenzione e rinnovo dell’infrastruttura, nonché il traffico regionale, con ben 3 mia di franchi all’anno. Anche gli elevati standard qualitativi in parte interni oppure imposti dalla regolamentazione svizzera o europea contribuisco ad aumentare i costi. Questo determina un notevole aumento dei cosiddetti costi globali del sistema ferroviario. Al contrario, i fondi pubblici non aumenteranno in egual misura. Le FFS devono pertanto prepararsi a ciò.

Stabilizzare e diminuire a lungo termine i prezzi

Il mercato della mobilità è confrontato con un mutamento radicale: le esigenze dei clienti cambiano, i clienti vogliono una mobilità combinata nel traffico merci e viaggiatori. Altri sistemi di trasporto diverranno estremamente vantaggiosi nel medio e lungo periodo, nuovi offerenti si inseriscono nel mercato della mobilità, innovazioni tecnologiche schiudono nuove possibilità. E’ in gioco la posizione della ferrovia come importante tassello della catena della mobilità.

A novembre 2015 le FFS hanno pertanto lanciato «RailFit20/30», un programma centrale per l’attuazione della strategia FFS 2020. Con le misure di «RailFit20/30», le FFS garantiscono che la ferrovia rimanga un mezzo di trasporto attrattivo, in termini di rapporto prezzo/prestazione, all’interno della catena della mobilità. I prezzi del traffico viaggiatori devono rimanere il più possibile stabili o addirittura diminuire sul lungo periodo. I trasporti pubblici devono continuare ad essere finanziabili per i committenti (Confederazione e Cantoni); l’aumento delle spese infrastrutturali deve rallentare in vista della convenzione sulle prestazioni 2021–2024 per esercizio, manutenzione e rinnovo dell’infrastruttura ferroviaria. Con «RailFit20/30» le FFS creano, inoltre, ulteriori margini di manovra per innovazioni e investimenti, mitigando l’indebitamento. La soddisfazione dei clienti rimane prioritaria. Tutti i progetti e le misure «RailFit20/30» sono stati verificati per individuare le possibili ripercussioni su soddisfazione dei clienti, Sicurezza e qualità. 

Risparmiare 1,2 mia di franchi in acquisti, investimenti e costi del personale

Entro il 2020 le FFS diminuiranno i costi globali del sistema di 1,2 mia di franchi rispetto al 2014. Esse intendono ridurre le spese amministrative, aumentare la produttività di manutenzione ferroviaria, esercizio ferroviario e IT, effettuare maggiori investimenti e acquisti, impiegando meno risorse, investire ancora di più in soluzioni economiche, nonché semplificare organizzazione e processi.

Queste misure prevedono un taglio di 1400 posti di lavoro, principalmente nell’amministrazione e nella gestione, ma anche, ad esempio, nella gestione del traffico, nella vendita o nel servizio di manovra, mediante aumenti della produttività. Per far fronte all’aumento del traffico, le FFS prevedono altresì di creare 200 nuovi posti per il personale del treno e di pulizia. Entro il 2020 il personale ammonterà a circa 32 100 FTE (fine 2016: ca. 33 200). Nel limite del possibile, i posti di lavoro saranno soppressi seguendo i pensionamenti e le naturali fluttuazioni del personale. Nelle categorie professionali interessate vi sono  500 avvicendamenti all’anno e 1300 pensionamenti. Le FFS attuano una riduzione degli effettivi sostenibile in termini sociali. 

«RailFit20/30» prevede inoltre adattamenti delle prestazioni sociali. Attualmente le FFS si fanno carico di una quota molto elevata di prestazioni sociali e intendono avvicinarsi al livello di mercato: apporteranno dunque correzioni laddove il Gruppo adotta pratiche eccezionalmente generose. Finora i contributi di rischio della cassa pensione sono sostenuti esclusivamente dalle FFS. A partire da gennaio 2017, le FFS ripartiranno pariteticamente tali contributi tra datore di lavoro e collaboratori. Le deduzioni di salario di tutti i collaboratori aumenteranno perciò dello 0,8 percento. Dopo queste modifiche, le FFS continueranno comunque a coprire un’elevata quota di prestazioni sociali superiore alla media. Grazie a un’aumentata competitività, rimarranno un datore di lavoro sicuro.

Orizzonte 2030: tecnologie e concetti d’offerta nuovi

Con l’orizzonte temporale 2030, oltre ai risparmi sui costi, le FFS lavorano all’impiego di nuove tecnologie e automazioni, nonché a nuovi concetti d’offerta e ulteriori innovazioni; in questo contesto, la digitalizzazione gioca un ruolo essenziale. I risultati concreti a riguardo sono attesi per il primo semestre del 2017. Tali lavori si svolgono anche in vista della prossima importante fase di ampliamento 2030, che il Consiglio federale porrà in consultazione presumibilmente nel 2017. Questa fase di ampliamento influirà notevolmente sul rapporto costi-benefici del traffico ferroviario. In qualità di colonna portante del sistema svizzero dei trasporti pubblici, le FFS si impegnano per dare forma alla mobilità del futuro.

«RailFit20/30»: 300 misure

«RailFit20/30» è un programma centrale per l’attuazione della strategia FFS 2020, lanciato dalle FFS a novembre 2015. Fino ad oggi sono state valutate quasi 400 misure, di cui 300 vengono attuate ora.

Il risparmio complessivo di 1,2 mia di franchi entro il 2020 e per gli anni seguenti è così articolato: 

  • 470 mio: riduzione costi del personale
  • 400 mio: riduzione spese per manutenzione, materiale, IT ecc.
  • 300 mio: riduzione costi d’investimento ricorrenti, attraverso, ad esempio, semplificazione degli standard e stretta collaborazione all’interno del settore nonché con i committenti (Confederazione e Cantoni)
  • 30 mio: riduzione costi salariali supplementari 

Le spese operative si ridurranno di circa 900 mio di franchi. Di cui 365 mio hanno effetto sul risultato, il che consente alle FFS di investire con le proprie forze, ad esempio in materiale rotabile. I restanti CHF 535 mio mitigano, per Confederazione e Cantoni, l’aumento dei costi legato al potenziamento dell’offerta; concretamente ciò consente, ad esempio, di rispettare la convenzione sulle prestazioni 2017–2020.

Ulteriori contenuti