Strategia FFS 2020: Creare valore aggiunto per i clienti e aumentare l’efficienza.

Con la loro strategia 2020, le FFS creano i presupposti per la mobilità del futuro. Le FFS puntano a rimanere un’impresa ferroviaria forte e a essere un fornitore di servizi di mobilità affidabile e un partner di sviluppo interessante. Combinano i punti di forza della ferrovia con il potenziale delle nuove tecnologie. Ne risultano innovazioni quali nuovi servizi per i viaggi da porta a porta, stazioni digitali, carri merci intelligenti e aumenti di capacità grazie a una tecnica ferroviaria evoluta. In una conferenza stampa, le FFS hanno presentato progetti innovativi riguardanti il traffico viaggiatori, il settore immobiliare, il traffico merci e l’infrastruttura.

La mobilità sta attraversando un profondo e radicale cambiamento. Le nuove esigenze della clientela, la digitalizzazione, i nuovi operatori di mobilità e gli sviluppi normativi stanno trasformando i mercati e i modelli aziendali. Altri sistemi di trasporto stanno riguadagnando terreno, sia in termini di prezzo che di vantaggio ambientale. La domanda è sempre più indirizzata verso soluzioni logistiche e di mobilità personalizzate, intermodali, integrate e semplici.

Dato il contesto in rapida trasformazione, le FFS hanno elaborato la strategia 2020 discutendola e precisandola nel 2015 e 2016 con clienti, collaboratori, proprietari, fornitori, politica e diversi stakeholder. Alla fine del 2016, il governo federale ha accolto positivamente la strategia FFS 2020. Le FFS continueranno anche in futuro a fare leva sui punti di forza della ferrovia: alta efficienza e grande capacità di trasporto in piccole aree di agglomerati urbani. In qualità di fornitori di servizi di mobilità di fiducia supporta i clienti di tutta la catena di mobilità, questo sia nel digitale che di persona. Inoltre, le FFS rafforzano il proprio ruolo di partner di sviluppo ed estendono le stazioni e le aree per gli hub di mobilità, i centri di servizio e le destinazioni attrattive. È la spina dorsale e la forza trainante nel trasporto pubblico in Svizzera e porta la prospettiva dal punto di vista commerciale.

Puntano altresì a contenere l’aumento dei costi globali del sistema, affinché i trasporti pubblici possano rimanere finanziabili per clienti e committenti. Il programma corrispondente, «RailFit20/30», è in corso di attuazione. Le FFS intendono accrescere i ricavi e ottimizzare lo sfruttamento dei treni rafforzando la cultura dirigenziale e delle prestazioni. In tutto questo attribuiscono una fondamentale importanza a investimenti mirati e alla promozione delle innovazioni. Per consolidare la propria capacità di innovazione, le FFS hanno costituito il nuovo team Management dell’innovazione attivo a livello di Gruppo. In tale contesto, puntano a collaborare maggiormente con clienti e partner. Inoltre, creano un fondo per le innovazioni da 12 milioni di franchi. L’obiettivo è trasformare il più rapidamente possibile le innovazioni in offerte concrete. Qualora non dovessero rivelarsi funzionali, le FFS provvederanno a rimuoverle dal mercato.

l 30 percento di capacità in più grazie a una tecnica ferroviaria efficiente.

Ricorrendo alla digitalizzazione, è possibile aumentare fino al 30 percento la capacità della rete ferroviaria svizzera, già ora la più sfruttata al mondo. A tal fine, le FFS promuovono l’automazione della pianificazione dell’orario, dell’esercizio ferroviario e della guida dei treni e studiano la possibilità di introdurre treni a guida autonoma. Inoltre, progettano un nuovo apparecchio centrale digitale che consente di ridurre la quantità e la varietà di impianti di sicurezza, con un considerevole risparmio in termini di costi.

Questa tecnica ferroviaria innovativa permette di sfruttare il sistema ferroviario in modo più efficiente. Dal 2025 renderà possibile l’impiego di più treni, una cadenza d’orario più fitta, meno guasti, un migliore collegamento radio e informazioni alla clientela più precise in caso di perturbazione. Per raggiungere questo obiettivo, le FFS hanno avviato iniziative a livello di Gruppo.

Le FFS sfruttano la digitalizzazione anche nell’ambito della manutenzione. La manutenzione dei binari avviene con swissTAMP, un nuovo sistema lungimirante e in grado di ridurre i costi. L’impiego di questo nuovo tool per l’analisi dello stato e la pianificazione della manutenzione riduce il numero di guasti e aumenta l’affidabilità e la puntualità.

Orario parlante.

Con la nuova versione di Mobile FFS, le FFS hanno battuto nuove strade, coinvolgendo i clienti nello sviluppo. Da allora sono stati acquisiti oltre 150 000 nuovi utenti e ormai sono più di 3 milioni le persone che utilizzano regolarmente Mobile FFS. L’app continua a essere sviluppata: nel primo trimestre 2017, le FFS introdurranno un sistema di riconoscimento vocale con un orario «parlante» e un assistente vocale in grado di fornire ulteriori informazioni.

La nuova app FFS «Buon viaggio» consente ai clienti di confrontare, combinare e prenotare un viaggio con diversi mezzi di trasporto. Nei prossimi mesi sarà integrata anche la prenotazione di taxi e i servizi Uber.

Un altro campo di innovazione fondamentale è la mobilità integrata. Con «Green Class FFS», le FFS lanciano un servizio da porta a porta semplice e sostenibile e studiano assieme al Politecnico federale di Zurigo le abitudini di mobilità della popolazione. Gli esiti dello studio consentiranno alle FFS di acquisire importanti conoscenze sulle esigenze dei clienti nei confronti della mobilità combinata da porta a porta. Questo in vista della potenziale introduzione di servizi analoghi.

Le stazioni diventano digitali.

Le FFS sviluppano le stazioni in hub di mobilità collegati e multimodali, detti punti nodali per i trasporti, vere e proprie destinazioni e centri di servizi. Già oggi sono molte le tecnologie disponibili: tabelloni degli orari digitali, schermi con informazioni aggiornate sul traffico ferroviario, ePanel per la pubblicità di terzi, distributori di biglietti con touchscreen e Wi-Fi gratuito. Per accrescere ulteriormente la qualità dei servizi in stazione, le FFS lavorano in collaborazione con imprese tecnologiche e partner come Google e il Politecnico federale di Zurigo. Oltre alla visita virtuale della stazione con Google Streetview, in futuro l’«Internet delle cose» consentirà anche il comando digitale delle infrastrutture presenti in stazione come scale mobili, ascensori e luci.

Carri merci intelligenti.

Le FFS applicano la digitalizzazione anche al traffico merci. Ad esempio, equipaggiando i carri con diversi sensori che comunicano la temperatura, le vibrazioni e la posizione dei carri. Le FFS rispondono così all’esigenza dei clienti del traffico merci, desiderosi di conoscere in che condizioni è la loro merce, dove si trova e se arriverà puntuale. Inoltre, entro il 2018 FFS Cargo farà un ulteriore passo avanti nell’automazione della produzione ferroviaria, installando un accoppiamento automatico sui carri.

Maggiori informazioni     

Le FFS in viaggio: presente e futuro.

Le esigenze di mobilità dei clienti cambiano, nuovi operatori si affacciano sul mercato, la digitalizzazione e l’automazione schiudono nuove possibilità. Le FFS combinano i punti di forza della ferrovia con il potenziale delle nuove tecnologie, questo lungo l’intera catena di mobilità e con un buon rapporto prezzo/prestazione. Al contempo, puntano a rafforzare la propria funzione di fornitore di servizi di mobilità affidabile e di partner di sviluppo interessante. Modernizzano il sistema ferroviario, investono nell’infrastruttura e in nuove offerte e parallelamente riducono i costi globali del sistema. Le FFS sviluppano le stazioni e le aree circostanti in hub di mobilità e ambienti allettanti. Lavorano a concetti d’offerta sostenibili, rafforzano il vantaggio ambientale della ferrovia e testano soluzioni di mobilità innovative. Quale colonna portante del sistema dei trasporti pubblici svizzero, le FFS danno così forma alla mobilità del futuro – semplice, personale, integrata.

Ulteriori contenuti