Officine di Bellinzona: bilancio 2016 positivo.

Positivo il bilancio 2016 per le Officine di Bellinzona, a confermare il trend del 2015. Numerosi i progetti di rilievo, cresce anche la soddisfazione del personale.

Le Officine di Bellinzona hanno chiuso il 2016 nelle cifre nere, ripetendo il buon risultato dell’anno precedente. Tre i principali obiettivi raggiunti: la puntualità nella consegna, pari al 90%, l’accresciuta qualità del lavoro e l’abbassamento dei costi per la non conformità, che rappresentano oggi lo 0,1% del fatturato. Cionondimeno le Officine proseguiranno con gli sforzi per migliorare costantemente l’efficienza, considerato che il contesto economico generale resta impegnativo, come confermato anche dal Direttore Felix Hauri. “Il 2016 è stato un buon anno, ma ci sono sempre margini di miglioramento”.

Tra i progetti più importanti del 2016 vale la pena ricordare:

  • Prima entrata nel mercato italiano, con l’ordine per la manutenzione di 5 locomotive 3'000 Volt a corrente continua
  • Nuova entrata nel mercato dello scartamento ridotto, con ordinazioni dirette dalla ditta Stadler a Bussnang per la costruzione di una locomotiva per la Zug Spitzbahn, un ordine di riparazione di due locomotive Fart, in seguito a uno scontro frontale sulla linea di Domodossola, e un ordine di riparazione di una locomotiva della Gotthard Matterhorn Bahn 
  • Risanamento parziale di 144 treni Flirt in circolazione sulla rete ferroviaria regionale svizzera

“Con questi interventi abbiamo fatti notevoli passi avanti. Il futuro si presenta oggi meno incerto; non a caso la soddisfazione del personale è cresciuta in maniera considerevole rispetto agli anni passati” ricorda Hauri. 

L’indagine sulla soddisfazione del personale ha infatti evidenziato buoni risultati. 

In particolare la tematiche riguardanti la soddisfazione lavorativa, il contributo personale al raggiungimento degli obiettivi del Gruppo e, soprattutto, l’impegno e la dedizione nei confronti delle FFS hanno registrato un importante incremento rispetto agli anni passati. Da migliorare, secondo il personale delle Officine, ci sarebbero invece l’informazione nei processi lavorativi e la collaborazione interna, spunti di riflessione importanti per la Direzione.

Ulteriori contenuti