Incontro ai vertici tra FS e FFS: Bilancio positivo e ampliamento dell’offerta sull’asse internazionale nord-sud.

La collaborazione tra le Ferrovie dello Stato Italiane (FS) e le FFS, anche in seguito all’apertura dello scorso anno della Galleria di base del San Gottardo, prosegue egregia-mente. In occasione di un incontro a Milano, Renato Mazzoncini, CEO delle Ferrovie dello Stato Italiane (FS) e il CEO di FFS Andreas Meyer, hanno tratto un bilancio positivo della collaborazione sull’asse nord-sud e discusso dei temi chiave per il prossimo ampliamento d’offerta nel traffico passeggeri e merci.

La puntualità nel traffico internazionale tra la Sviz-zera e l’Italia ha registrato un miglioramento; ciononostante sono previsti ulteriori miglio-ramenti qualitativi e a livello di confort nell’ottica della collaborazione futura. A partire dal mese di dicembre 2017 è tra l’altro prevista l’introduzione di un collegamento diretto Zurigo-Venezia ma già a partire da metà giugno, nei fine settimana, circolerà un treno diretto tra le due città e, a partire dal 2021, il tempo di percorrenza da Zurigo a Milano sarà ridotto a 3 ore.

Con la messa in esercizio della Galleria di base del San Gottardo (GbG) lo scorso anno, l’asse nord-sud, sia a livello di traffico nazionale che internazionale, ha assunto un’importanza notevole. La crescita della domanda si è registrata sia nel traffico merci sia nel traffico passeggeri, ed in quest’ultimo caso anche a cavallo del confine italo-svizzero. Tale sviluppo dinamico è riscontrabile anche nel traffico merci: nei giorni feriali transitano fino a 120 treni attraverso la GbG, molti dei quali percorrono l’asse transfrontaliera. La capacità totale sarà comunque raggiunta solo con la messa in esercizio del corridoio 4 metri e l’apertura della Galleria di base del Ceneri, a fine 2020.

Migliorati la puntualità e la stabilità dell‘orario.

In occasione dell’incontro ai vertici i CEO di FS e di FFS, Renato Mazzoncini e Andreas Meyer, hanno confermato il bilancio positivo seguito all’apertura della GbG e la buona collaborazione tra le due aziende. Con l’ampliamento dell’offerta sono state migliorate anche la puntualità e la stabilità dell’orario. Il gruppo di lavoro fondato lo scorso anno ha dato buona prova di sé, come confermano le migliorie qualitative. Ciononostante è necessario intervenire ulteriormente al fine di garantire maggiore qualità e confort nel traffico transfrontaliero. In merito alla puntualità tra Milano e la Sviz-zera, Renato Mazzoncini ha sottolineato l’intenso sfruttamento della linea nel milanese e la sfida nel coordinare al meglio il traffico a lunga percorrenza con quello regionale nella metropoli lombar-da.Mazzoncini ha confermato che la stabilizzazione dell’esercizio sul nodo di Milano riveste un’alta priorità presso FS.

Allacciamento all’aeroporto di Malpensa e nuovo collegamento diretto Zurigo-Venezia.

Il CEO italiano ha confermato che i lavori di ampliamento infrastrutturale per l’aumento di capacità sul fronte italiano procedono secondo programma. Questi lavori sono necessari a ridurre, a partire dal 2020, con la messa in esercizio della Galleria di base del Ceneri, a tre ore i tempi di percorren-za tra Zurigo e Milano. Nel mese di dicembre 2017 è prevista la messa in esercizio della nuova linea Stabio-Arcisate; essa collegherà Varese con il Canton Ticino e Como e permetterà a nume-rose località della Svizzera meridionale e centrale un allacciamento diretto con l’aeroporto interna-zionale di Malpensa. Non da ultimo, le linea per il traffico merci del Sempione e del Gottardo sa-ranno collegate tra loro grazie all’interscambio di Gallarate.

L’ampliamento di un’offerta attrattiva per il traffico passeggeri internazionale sull’asse nord-sud è di primaria importanza. A partire dal cambio orario di dicembre 2017 sarà introdotto un collegamento giornaliero diretto tra Zurigo e Venezia; ma già a partire da metà giugno, nei fine settimana, circole-rà un treno diretto tra le due città. Inoltre, dal prossimo anno i clienti potrebbero usufruire di un col-legamento diretto Eurocity da Francoforte, via Basilea, verso Milano, come confermato dalle due aziende.

Accordo dei Castelli – le pietre miliari dei prossimi anni.

In occasione dell’incontro ai vertici di Milano tra la Direzione di FS e Trenitalia e quella di FFS, i partner hanno sottolineato la costruttiva collaborazione degli scorsi anni. Nel 2011 il Canton Ticino, la Regione Lombardia, le FFS, le Ferrovie dello Stato Italiane (FS), TILO e Trenord avevano siglato a Bellinzona l’Accordo dei Castelli. Questo accordo conteneva i programmi di lavoro per le importanti pietre miliari degli anni a venire. Lo scopo dei partner era di creare collegamenti attrattivi e un’ampia offerta nel traffico ferroviario tra la Svizzera e l’Italia. Nel 2013 Trenitalia e le FFS hanno inoltre siglato un accordo di cooperazione per lo sviluppo continuo nel traffico passeggeri tra i due Paesi.

Ulteriori contenuti

Contatti.

FFS SA

Comunicazione
Hilfikerstrasse 1
Casella postale 65
3000 Berna