Il carro merci intelligente parte in serie.

Dopo la fase di test con 150 carri merci intelligenti, entro la fine del 2018 FFS Cargo trasformerà altri 2000 carri merci. Questi saranno dotati di dispositivi con sensori, i cui dati di misurazione saranno analizzati in tempo reale e pubblicati online per i clienti.

Queste informazioni consentono a FFS Cargo di organizzare in modo più efficiente la catena logistica della fornitura. Un ulteriore passo avanti del traffico merci su rotaia nella svolta digitale è la manovra assistita: FFS Cargo la sta testando nel quadro di un progetto pilota con tre locomotive di manovra.

Per poter essere collegati in rete, i treni merci sono dotati di sensori atti a raccogliere informazioni sulla posizione e sullo stato del carico e del carro come ad esempio la temperatura o l’umidità. I dati vengono trasmessi a un server tramite rete radiomobile e pubblicati online per i collaboratori di FFS Cargo, che possono così localizzare in qualsiasi momento carri e merci. In questo modo l’organizzazione dei trasporti diventa più rapida ed efficiente e i processi della logistica sono ottimizzati. Un previdente sistema di sorveglianza delle condizioni fornisce informazioni sull’usura dei componenti, in modo tale da poter pianificare le successive riparazioni tempestivamente e in funzione delle esigenze, e quindi ridurre i tempi morti, giovare alle risorse e tagliare i costi.

Testati 150 carri frigorifero su 10 milioni di chilometri.

Da ottobre 2015 vengono impiegati 150 carri frigorifero di FFS Cargo come test. Da allora sono stati percorsi 10 milioni di chilometri. Questa fase pilota con i prototipi ha fornito conoscenze che ora vengono integrate nello sviluppo della soluzione in serie. FFS Cargo ha messo a punto e testato il sistema insieme a Bosch Engineering. Nel 2015 le due aziende hanno stabilito una cooperazione per il sistema di Asset Intelligence per i carri merci di FFS Cargo. Un altro progetto comune si è concentrato invece sulla manovra assistita, la cui fase di test inizierà a breve.

Manovra più rapida ed efficiente grazie al sistema di avvertimento anticollisione.

Un movimento di manovra oggi viene realizzato per lo più da 2-3 collaboratori. In futuro questo compito potrà essere svolto da un collaboratore con radiotelecomando. Come aiuto allo svolgimento della manovra, le locomotive di manovra sono dotate di sensori video e radar. I sensori radar registrano lo spazio davanti alla locomotiva fino a 160 metri e combinano le informazioni con il tracciato delle rotaie, che il sensore video riconosce. Un apparecchio di commutazione fa confluire le informazioni dei sensori in un’immagine dettagliata dell’ambiente circostante. Il sistema riconosce veicoli, persone o altri ostacoli nell’area davanti alla locomotiva e avverte il collaboratore con segnali ottici e acustici. Attualmente tre locomotive di FFS Cargo sono dotate di prototipi del sistema. Grazie alle corse test nel servizio di manovra è ora possibile raccogliere esperienze dell’esercizio quotidiano.

Automazione e svolta digitale presso FFS Cargo.

Grazie a diversi progetti parziali, FFS Cargo ammoderna il traffico merci su rotaia non solo dei carri, ma anche dei sistemi già esistenti.
Con l’Asset Intelligence il materiale rotabile viene reso intelligente e interconnesso. Con l’iniziativa 5L, la sottostruttura dei carri viene migliorata con componenti innovativi. Questa iniziativa contribuisce notevolmente a preparare il materiale rotabile ad affrontare le sfide future, all’insegna di meno rumore, meno usura e un più basso consumo di energia.

Una nuova logica di controllo accresce la sicurezza dei treni: la cosiddetta Wayside Intelligence viene impiegata negli impianti con videocamere, le cui immagini consentono un controllo visivo dei veicoli. In una fase successiva le videocamere saranno installate anche lungo le tratte, oppure si utilizzeranno quelle già esistenti. Già oggi, infatti, lungo i binari sono installati numerosi sistemi di controllo per la sicurezza nel traffico ferroviario. I sistemi già esistenti saranno utilizzati sempre di più anche per le necessità del traffico merci e dei suoi clienti. Con l’accoppiamento automatico e la prova dei freni automatica e le possibilità offerte dai dispositivi mobili, quali controllo e licenziamento del treno, l’ultimo miglio sarà automatizzato. Rientra in questo concetto anche una locomotiva telecomandata con rilevamento dell’itinerario e avvertimento di collisione.

Ulteriori contenuti

Contatti.

FFS SA

Comunicazione
Hilfikerstrasse 1
Casella postale 65
3000 Berna