Economia circolare.

Le FFS hanno un ruolo pionieristico all’interno dell’economia circolare e promuovono così la trasformazione della Svizzera in una società ed economia sostenibili. 

I beni prodotti in tutto il mondo sono in gran parte realizzati con materie prime non rinnovabili e dopo il singolo uso vengono smaltiti in discarica o inceneriti. In questo modo i materiali non possono più essere utilizzati. L’economia circolare, invece, prende ispirazione dalla natura in cui tutto è riutilizzato e punta a mantenere in circolo i prodotti il più a lungo possibile così da ridurre i rifiuti e le emissioni nocive. In quest’ottica, l’economia circolare va ben oltre il semplice riciclaggio: si tratta di un modello economico basato su riutilizzo, riparazione, rigenerazione e riciclaggio in cicli (quasi) chiusi.

Le FFS sono tra i maggiori committenti svizzeri e, con i loro acquisti per 6 miliardi di franchi all’anno, sono alla base di un notevole consumo di materiale ed energia. Un’analisi condotta sul flusso dei materiali conferma l’importanza dell’economia circolare per le FFS, che con più di 76 milioni di tonnellate di materiale dispongono di uno dei maggiori depositi di materiali della Svizzera. Il flusso di materiali che ne scaturisce ha forti ripercussioni sull’ambiente e sul clima. L’economia circolare permette di ovviare a buona parte di questo flusso e di ridurre notevolmente l’impatto ambientale che ne consegue. Le FFS sono pertanto destinate ad assumere un ruolo guida in tema di economia circolare.

Da gennaio 2021 le FFS dirigono un centro di competenza che si occupa di economia circolare. Il team mette a punto molteplici progetti, promuove la diffusione e lo sviluppo di modelli aziendali circolari e crea know-how a livello di Gruppo. Sulla base dell’analisi del flusso di materiali condotta all’interno del Gruppo, si individueranno sistematicamente opportunità e potenzialità da cogliere nei prossimi anni.

Offerte circolari per i clienti.

Le FFS gestiscono e realizzano anche modelli innovativi circolari incentrati sulle stazioni e sui clienti, dando vita a nuove offerte per clienti, partner commerciali e viaggiatori. 

Ulteriori informazioni sui progetti pilota in corso sono disponibili qui Il link si apre in una nuova finestra.

Come si prospetta la strada verso l’economia circolare?

Applicando i principi dell’economia circolare, le FFS possono ridurre i costi, salvaguardare importanti risorse a lungo termine e promuovere la sostenibilità dell’esercizio ferroviario. La transizione da un sistema economico lineare a uno circolare è associata a notevoli potenzialità.

Le FFS intendono tener conto della riutilizzabilità di prodotti e prestazioni nelle loro decisioni di acquisto e investimento e puntare sui seguenti tre aspetti concreti: