Gestione del carico – Smart Grid presso le FFS.

L’orario cadenzato delle FFS fa in modo che molti treni accelerino contemporaneamente nella rete. In queste fasi il fabbisogno di potenza nella rete della corrente ferroviaria aumenta notevolmente. Nelle giornate fredde è necessario provvedere inoltre al riscaldamento dei treni e degli scambi.

L’incremento del traffico e i treni sempre più efficienti comportano l’aumento della potenza massima necessaria. Centrali elettriche e convertitori di frequenza raggiungono così i propri limiti in termini di prestazioni. Un taglio mirato dei picchi di carico estremi consente alle FFS di ridurre gli investimenti in nuovi impianti. A tale scopo le utenze vengono disattivate per un breve periodo.

In una prima tappa si tratta dei riscaldamenti di treni e scambi. Il fabbisogno energetico viene traslato a livello temporale, senza alcun effetto rilevante sulla temperatura nelle carrozze. La seconda tappa riguarda la potenza di azionamento (trazione) di locomotive ed elettrotreni. Il controllo della trazione dovrebbe portare al livellamento dei picchi di carico. Inoltre, se nelle situazioni critiche è possibile disattivare le utenze, la sicurezza dell’approvvigionamento di corrente ferroviaria viene incrementata.

L’obiettivo del programma di gestione del carico è quello di conseguire, entro il 2025, una riduzione del 20% o di 150 MW rispetto alle previsioni – la prima tappa prevede la riduzione di 70 MW entro il 2023. 70 MW corrispondono al fabbisogno di corrente medio di circa 150 000 economie domestiche.

Le FFS colgono così le opportunità della digitalizzazione anche nel settore energetico: i picchi di carico vengono tagliati in modo rapido e completamente automatico. «Smart Grid» nel mondo della corrente ferroviaria diventa realtà. Le FFS, in qualità di «Prosumer» (Producer and Consumer), ottimizzano l’interazione di produzione e consumo, dando un contributo alla strategia energetica della Confederazione.

Maggiori informazioni: Gestione del carico – Smart Grid presso le FFS (PDF, 190 KB)Questo documento non è privo di barriere. (PDF, 190 KB)

Ulteriori contenuti